ORATORIO: APRIAMO…

ORATORIO: APRIAMO…

Non sembrerà vero ma è così. Possiamo aprire… con prudenza, con attenzione, soprattutto la parola che ci sta più a cuore è “con cura”, perchè esprime ciò che tutti dovranno fare in questi prossimi giorni: prendersi cura di se e degli altri. Come? Semplicemente facendo le tre cose che da mesi ci hanno abituato a sentire e invitato a mettere in pratica (a dispetto di chi dice che non c’è nulla di chiaro): uso della mascherina, distanza di un metro, igienizzazione delle mani.

La prima cosa – uso della mascherina – ciascuno la deve indossare per venire all’oratorio. La seconda – la distanza di un metro – la deve praticare. La terza – igienizzazione delle mani – gliela offriamo noi (compresa nel prezzo).

Le norme alle quali dovremo attenerci saranno le stesse del protocollo delle ristorazioni. Cartelli sparsi in oratorio con le norme di sicurezza (lo trovi anche qui cliccando su questo link), indicazioni sui tavolini dentro e fuori il locale, distanze di sicurezza, plexiglass al banco, liquido igienizzante in diversi punti del locale, (ingresso, servizi igienici e banco bar), sapone igienizzante e asciugamani di carta nei servizi igienici…

L’unico spazio che ancora ci è proibito – ahimè – sono i campi da gioco (i genitori con il proprio bambino potranno usufruire del “parco bimbi” ad ingresso regolamentato). Dovremo mettercela tutta, ma insieme. Per questo chiedo che la comunità si offra generosamente per l’apertura dell’oratorio, con la disponibilità di effettuare turni al bar (con tutte le sicurezze di cui sopra), perchè, diversamente, non si potrà riaprire, nè ora nè in futuro. E, se così fosse, non saprei proprio come interpretare questo segnale…

 

Pubblicato il 30 Maggio 2020