AGGIORNATO al 3 gennaio

AGGIORNATO al 3 gennaio

Per prestare alcuni servizi è necessario essere in una delle 3 condizioni:

  1. vaccinazione
  2. guarigione da non oltre 180 giorni
  3. test negativo da non oltre 48 ore

Trovate in home page al link AUTOCERTIFICAZIONI i moduli per la dichiarazione.

In questo caso si deve presentare una dichiarazione solo una volta, valida fino alla fine del tempo di emergenza.

Per altre attività è necessaria, per Legge dello Stato, la certificazione verde COVID-19. Tutti i lavoratori e i volontari che collaborano con anche solo un lavoratore, indipendentemente dalla mansione svolta e dall’attività in cui sono coinvolti, devono essere in possesso di Green Pass. 

Una chiarificazione su GREEN PASS BASE  e s GREEN PASS RAFFORZATO

“GP Base”

Si intende la certificazione verde ottenuta con vaccinazione da non oltre 9 mesi, guarigione da
non oltre 6 mesi o tampone negativo effettuato non oltre 72h (molecolare) o 48h (rapido)

“GP Rafforzato”

Si intende la certificazione verde ottenuta con vaccinazione da non oltre 9 mesi oppure guarigione da non oltre 6 mesi. E’ escluso il tampone negativo sia molecolare che rapido.

Da lunedì 10 gennaio, sono previste ulteriore modifiche all’uso del Green Pass. Pertanto l’ingresso al bar dell’oratorio è consentito SOLO ED ESCLUSIVAMENTE  a coloro che hanno il GREEN PASS RAFFORZATO, anche senza seduta ai tavoli.

L’ingresso e la sosta all’aperto è possibile solo con l’uso della mascherina.

Dal portale dell’Arcidiocesi di Milano, costantemente aggiornato grazie al prezioso lavoro dell’Ufficio Avvocatura e di quelli ad esso collegati, vengono indicate le diverse situazioni nelle quali è obbligatorio il Green Pass.

Per brevità e immediatezza, riassumiamo cosa comporta per le parrocchie, rimandando per una più esaustiva spiegazione al succitato portale diocesano (www.chiesadimilano.it).

QUANDO E’ OBBLIGATORIO:

  1. per tutti i lavoratori della Parrocchia: sacrestano, addetto alle pulizie, educatore professionale… (GP BASE)
  2. per tutti i volontari che collaborano con i lavoratori (GP BASE)
  3. per tutti i volontari, anche in assenza di lavoratori, coinvolti in: congressi, convegni, incontri e testimonianze aperte a tutti (GP RAFFORZATO)
  4. per tutti i fedeli, spettatori e utenti, presenti in: concerti, convegni e visite culturali; congressi, convegni, incontri e testimonianze aperte a tutti (GP RAFFORZATO)
  5. per tutti i volontari, fedeli e spettatori/utenti, anche in assenza di lavoratori: bar e attività di ristorazione anche con servizio all’aperto; cinema e teatri (GP RAFFORZATO)
  6. per tutti i volontari, fedeli e spettatori/utenti, anche in assenza di lavoratori: somministrazione di cibo e bevande al tavolo al chiuso, al bar o al pranzo comunitario; consumazione di un pasto al chiuso o all’aperto in occasione di un incontro di catechesi/animazione per maggiorenni, come cena con i giovani o famiglie (GP RAFFORZATO)
  7. per tutti i volontari: consumazione di un pasto al chiuso o all’aperto in occasione di un incontro di catechesi/animazione per minorenni (GP BASE)
  8. per tutti i volontari: incontri di gruppi di catechesi per minorenni o maggiorenni (GP BASE)
  9. per tutti i volontari, fedeli, spettatori/utenti: attività ricreative/animazione per minorenni al chiuso o all’aperto (GP BASE)
  10. attività ricreative o di animazione per maggiorenni, all’aperto o al chiuso: per volontari, fedeli, spettatori/utenti (GP RAFFORZATO)

QUANDO NON E’ OBBLIGATORIO:

  1. nei luoghi di culto, per volontari in assenza di lavoratori
  2. nei luoghi di culto, per fedeli, spettatori e utenti, per celebrazioni e visite per la preghiera
  3. segreterie parrocchiali, per volontari in assenza di lavoratori e per fedeli, spettatori e utenti

Pubblicato il 6 Gennaio 2022